4 b 10 17 20 26 27 a 5 e c i h 1 f g 23 22 25 19 14 18 12 7 6 l tes2 d

Centri storici

Aiguèze

Aiguèze sorge su uno sperone calcareo a picco sul fiume, dove in epoca altomedievale si trovava il castello, di cui restano imponenti memorie, con camminamenti, scalette ricavate nella roccia, cisterne sotterranee. Il tessuto urbano dell’abitato è caratterizzato da stretti vicoli, passaggi voltati e molti  […]

Allos

Il centro storico di Allos era in passato fortificato e dotato, nel XVII secolo, di ben 32 cappelle e un discreto numero di fontane, alimentate dal torrente Chadoulin, emissario del lago di Allos. Si conservano alcuni significativi monumenti: la cappella di St-Sébastien (XVII sec.), riccamente decorata all’interno e la chiesa di Notre-Dame de Valvert (XIII sec.), in stile romanico, in blocchi di calcare grigio. Nella seconda metà del XX secolo Allos, che era un centro importante della transumanza, si è convertita all’industria del turismo e dello sci. […]

Camarès

Si ha notizia di Camarès dal IX secolo, quando era possedimento dell’abbazia di Vabres. Nel XVI secolo fu piazzaforte delle truppe protestanti, durante le guerre di religione. Il suo monumento più rilevante è il bel ponte sulla Dourdou (XI sec.). Il paese sorge al centro del comprensorio dei Rougier, ben visibili dall’ultima parte del percorso. Si tratta di terreni composti da argille e scisti, ricchi di ossidi di ferro, responsabili del colore rosso mattone acceso. La ricchezza di altri minerali, come ossidi di rame e piombo argentifero ne hanno fatto un sito abitato e sfruttato dal Neolitico, come testimonia l’abbondanza di monumenti megalitici. […]

Carcassonne

Carcassonne è città molto antica: il nome è citato da Plinio il Vecchio nel I secolo a.C., ma gli insediamenti della città alta, la Cité, sono antichi almeno di 2500 anni. Carcassonne si trova infatti su una importante via di transito tra Mediterraneo e Atlantico. In epoca romana fu un oppidum ed ebbe grande sviluppo a partire dall’età carolingia. Il feudo fu tenuto […]

Caunes-Minervois

Il paese sorge sulla riva sinistra dell’Argent-Double e si raccoglie intorno all’abbazia benedettinache è all’origine dell’insediamento, fondata nel 982. La struttura di età carolingia fu ampliata nel XII secolo e anche successivamente. L’abbazia sopravvisse alla crociata del XIII secolo e alle guerre di religione del XVI, ma fu soppressa durante la Rivoluzione francese. Una campagna di restauro del complesso è in atto dagli anni ’90. L’abbazia è visitabile. Di pregio è anche  […]

Crestet

Crestet è un paese molto antico, fondato intorno al VII o VIII secolo dai Saraceni. Il castello che sorge al culmine del crinale è di epoca più tarda (XII sec.) ed è stato in uso fino alla Rivoluzione francese, quando fu demolito. In parte ricostruito, è oggi  […]

Florac

Florac è la piccola capitale delle Cévennes, sorta nella valle del Tarn e bagnata, oltre che da questo fiume, da due suoi affluenti, il Tarnon, e la Mimente. Nel centro del paese si trova la magnifica risorgiva del Pêcher, che raccoglie le acque sotterranee della Causse Méjean. Il centro storico annovera due importanti monumenti: il castello, sede del parco nazionale, e il convento con bel portale rinascimentale. Il paese ha origine antiche, probabilmente romane, ma […]

Foix

Il centro storico di Foix sorge alla confluenza dell’ariège con l’arget, su uno sperone roccioso ricco di grotte abitate in epoca preistorica, come testimoniano pitture rupestri e altri ritrovamenti databili al paleolitico. Vi esisteva una fortificazione anche in epoca romana, ma fu dal tardo  […]

Labastide de Virac

Il villaggio, posto su un’altura, è dominato dal castello dei conti di Roure (XIV-XV secolo), ugonotti, poi convertiti al cattolicesimo dopo la revoca dell’editto di Nantes (1685). Il castello fu poi preso dai Camisards durante le guerre di religione del 1703. Con la Rivoluzione francese, infine, passò alla famiglia Pradier. È tuttora abitato ma aperto alle visite. Si sale percorrendo strette vie tra belle case di pietra. Nella corte si trova anche un ristoro in genere aperto. All’interno del castello è allestito un museo dedicato alla bachicoltura e alla produzione di seta, con allevamento permanente di bachi da seta. Si può inoltre visitare una retrospettiva sulla repressione della Riforma protestante in linguadoca. […]

Lagrasse

Il borgo medievale di Lagrasse(XII-XIII sec.), mirabilmente conservato, sorse a margine dell’abbazia benedettina di ste-Marie d’orbieu, fondata nell’VIII secolo. Il monumentale complesso abbaziale si estende, completamente cintato, a Ovest del torrente Orbieu (Il monastero è visitabile: informazioni al tel. +33 (0)4 68 43 15 99). Il pont vieux, costruito a partire dal 1303 e più volte modificato in epoche successive, porta al centro storico e alla piazza su cui affacciano pregevoli case medievali, con botteghe e magazzini al piano terra, e abitazioni ai piani superiori. al centro della piazza si trova una bella loggia coperta (XIV sec.) dove si tiene ancora oggi il mercato: il villaggio sorse in epoca tardo-medievale come centro artigianale tessile e più grande mercato delle Basses Corbières […]

Le Pont de Montvert

Le-Pont-de-Montvert è tra i più suggestivi luoghi delle Cévennes, di grande importanza strategica in passato, perché dotato di un ponte sul Tarn, sulla strada che collegava Mende a Portes. Fu qui che ebbe inizio la rivolta del Camisard. Il paese, che fu conteso aspramente da cattolici e protestanti, conserva un centro storico di pregio, con edifici databili dal XVI  […]

Le Vigan

Le Vigan è il principale centro delle Cévennes meridionali, ai margini del massiccio del Mont Aigoual. Popolato fin dall’antichità (III secolo a.C.), fu nel Medioevo un’importante fondazione benedettina, dotata di vaste proprietà fondiarie. la comunità aderì alla Riforma e questo le valse circa 200 anni di guerre di religione.  […]

Les Vans

Il paese è di antica fondazione (XII secolo). Ebbe tuttavia un periodo di forte espansione nel XIX secolo grazie alla bachicoltura e alla tessitura della seta. Oggi la storica filanda (rue du Couvent) è stata trasformata in museo e ospita una raccolta archeologica e una geologica della zona, un’esposizione sull’ulivo e un allestimento permanente dedicato a un personaggio di rilievo del paese, Léopold Ollier, pioniere della chirurgia ortopedica. In paese vi sono poi la parrocchiale di St-Pierre-ès-liens (XVII-XVIII sec.), un tempio protestante (1824), un lavatoio del 1851, in place de la Fontaine, e pregevoli edifici del XV-XVII secolo. […]

Malaucènè

Malaucènè un borgo murato di cui rimangono due porte, resti delle mura, vie strette e case con portali rinascimentali in conci di calcare, qualche casa medievale. Le molte fontane sono alimentate dalla sorgente di Groseau, a sud-est del paese, che ha permesso lo sviluppo di opifici a partire dal Medioevo. Nell’abitato si conserva anche la chiesa di st-michel fatta edificare da papa Clemente V all’inizio del XIV secolo, durante la “cattività avignonese” del papato. Vi è poi un castello, le Calvaire, edificato su preesistenti fortificazioni nel XIX secolo e una torre civicacon orologio. […]

Minerve

Minerve e gli altopiani calcarei circostanti sono abitati dall’uomo dal Paleolitico. La città fortificata, tuttavia, ebbe notevole sviluppo nel periodo medievale e deve la sua notorietà all’assedio posto da Simon de Monfort, capitano della crociata contro gli Albigesi, nel 1210. La città, apparentemente imprendibile, capitolò per mancanza di acqua potabile, dopo che l’unico pozzo fu inquinato con carogne animali. Furono bruciati sul rogo circa 150 catari che non abiurarono la […]

Montbrun les Bains

Montbrun-les-Bains è un borgo medievale sorto alla confluenza dei due torrenti Anary e Toulorenc. È classificato tra i 100 più bei borghi di Francia. L’abitato si trova ai piedi dei ruderi del castello dei Dupuy-Montbruned è allineato lungo la Place du Beffroi e le vie Bourgade e de Nôtre-Dame.  […]

Montségur

Sul territorio di Montségur sono state trovate tracce di presenza dell’uomo di Neanderthal (80.000 anni fa) in alcune grotte. La presenza più significativa è quella medievale, anche se non si esclude che il sito quasi imprendibile delle sua rocca fosse stato già utilizzato in epoca romana. Il nome del paese, infatti, ha chiara derivazione latina, da mons securus, cioè montagna sicura. Il villaggio conserva l’impianto medievale, con vie ripide e strette e case di pietra. Un piccolo museo archeologico illustra storia e vita quotidiana in epoca medievale nel villaggio e nel castello. […]

Monze

Antico villaggio fortificato sulla «via della lana» per Carcassonne Monze aveva come unico accesso il bel ponte a tre archi (XIII sec.) sul torrente La Bretonne. Il centro storico del villaggio conserva la chiesa romanico - gotica di Saint Félix de Valois e un suggestivo cimitero dove si trova la sepoltura, databile al XVI, di un pellegrino compostellano. La stele, di un certo pregio, è coronata dalla croce di Malta. Il paese fonda la sua economia sulla viticoltura. La cantina sociale di Monze conta su una quindicina di soci conferitori, e circa 400 ettari di vigneto. […]

Pont St. Esprit

Lungo circa un chilometro, poggia su 25 archi ribassati. Il ponte medievale dal 1309 è, secondo Frédéric Mistral, la “porta d’oro della Provenza”. La città fu fondata nel V secolo, ma acquistò importanza con la costruzione del ponte.Lungo circa un chilometro, poggia su 25 archi ribassati. Il ponte medievale dal 1309 è, secondo Frédéric Mistral, la “porta d’oro della Provenza”. Il centro storico conserva importanti monumenti. […]

Quillan

Si ha notizia del castello dal X secolo, ma l’espansione del borgo lungo il fiume data al XIII. Quillan è uno dei paesi teatro della crociata contro gli albigesi. Il suo castello (sul versante orografico sinistro, di fronte al centro storico), dipendenza dell’arcivescovo di Narbona, era tenuto dal […]

Mappa