4 b 10 17 20 26 27 a 5 e c i h 1 f g 23 22 25 19 14 18 12 7 6 l tes2 d

Autore

  • Admin_Chambra

Condividi

44 - Da Monze a Lagrasse

Partenza Monze
Arrivo Lagrasse
Lunghezza totale 25.2 km
Segnaletica

biancorossi del GR 36, fino ai ruderi di St-Jean. Dal bivio quotato m 357, poco oltre loc. Les paillasses, segnavia biancorossi del GR 36 variante

Tempi di percorrenza

Cazilhac 2346 E e Capendu 2336 O, IGN, France

Ore di cammino: 6
Dislivello in salita: 700 m
Dislivello in discesa: 750 m
Difficoltà: mediaMangiare e dormire

A Monze: (Vedi tappa n.43)

A Lagrasse:

Hostellerie des Corbières
6 stanze, servizio di ristorazione, 9 Boulevard de la Promenade, tel. +33 (0)4 68 43 15 22, www.hostellerie-des-corbieres.com

Varie altre soluzioni in chambre d’hôtes a Lagrasse.
Office de tourisme du canton de Lagrasse
tel. +33 (0) 4 68 43 11 56

Il percorso

Si prosegue ancora sul GR 36, che sale a sinistra della Cave coopérative (cantina sociale), su stradelli pietrosi, verso la Montagne d’Alaric, vasta altura coperta da bassa macchia mediterranea. Ci si affaccia sul ripido versante settentrionale, affacciato sulla valle dell’Aude, per scendere ripidamente a Les Bénitiers, singolari monoliti calcarei, di cui alcuni erosi a forma di acquasantiera (da cui il nome del sito). Il sentiero prosegue a mezzacosta verso est, toccando i ruderi di Les Paillasses, quindi prosegue fino a una strada asfaltata, che si segue a sinistra per visitare i ruderi del castello di Miramont (m 332). Tornati al bivio quotato m 357, si segue il GR 36 variante, che segue il crinale per poi scendere più ripidamente dall’altopiano, fino a Roquenégade (m 230) circondata da vigneti e coltivi. Si prosegue quindi verso sud-est fino a Montlaur (m 197), ancora in un ambiente di macchia brulla, percorrendo un crinale. Si esce dal paese con la Route du Pont Neuf, procedendo in direzione sud-ovest, per attraversare un tratto di campagna intensamente coltivata, per poi risalire sull’altopiano delle Corbières. Sono numerose le caselle pastorali (capitèla), con copertura a tholos, che testimoniano della passata vocazione pastorale di questo territorio, molto forte fino al XIX secolo. Si attraversano su pista sterrata ambienti brulli, caratterizzati da macchia mediterranea e gariga, o da rada pineta, per scendere al Pont du Sou, con cui si passa il torrente omonimo. Si percorre un tratto della carrozzabile D 3, che porta in breve all’abitato di Lagrasse.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading